Con le mani

Con le mani sbucciLe cipolleMe le sento addossoSulla pelle E accarezzi il gattoCon le maniCon le mani tu puoiDire di sì Cantava Zucchero nel 1987. Avevo undici anni all’epoca e pensavo che, nonostante fossi un’onicofagica compulsiva, avessi comunque delle belle mani. Certo non da pianista, con dita lunghe e affusolate, ma comunque delle mani proporzionateContinua a leggere “Con le mani”

Si fa presto a dire chemio (parte I)

Due giorni fa mi sono sottoposta all’undicesimo e penultimo ciclo di chemioterapia al Santissima Annunziata di Sassari. Lo voglio raccontare. Sono uscita da casa verso le 8.30, insieme a mio marito e alle mie figliole -la mia famiglia infatti mi ha sempre accompagnato in tutte le ultime dieci settimane, dal 26 giugno fino al 7Continua a leggere “Si fa presto a dire chemio (parte I)”

Ho il cancro

Era il 13 luglio scorso e decidevo di postare un mio stato su WhatsApp in cui dicevo, ai miei contatti telefonici, di avere il cancro. Fino a quel momento lo sapevano in pochi: i familiari stretti, qualche parente altrettanto stretto, pochi cari amici e i colleghi di lavoro a scuola. Pubblicai la foto sopra mentreContinua a leggere “Ho il cancro”

Spalle al muro (Si fa presto a dire chemio, Parte III)

Mi sentivo come se fossi in una bolla, dentro una bolla di sapone. Il chirurgo parlava, seduto su una poltrona dietro il plexiglas anticovid, mentre Oscar interagiva con lui. Io ero dentro una bolla, come chi sente male perché ha le orecchie ovattate. Come quando […] Spalle al muro