Spalle al muro (Si fa presto a dire chemio, Parte III)

Mi sentivo come se fossi in una bolla, dentro una bolla di sapone. Il chirurgo parlava, seduto su una poltrona dietro il plexiglas anticovid, mentre Oscar interagiva con lui. Io ero dentro una bolla, come chi sente male perché ha le orecchie ovattate. Come quando […]

Spalle al muro

3 risposte a “Spalle al muro (Si fa presto a dire chemio, Parte III)”

  1. Sei fantastica Lorella!!! Sei un grande esempio di forza…di vita!!!! ❤️❤️❤️

    "Mi piace"

    1. Grazie Anna 🙏🙏🙏

      "Mi piace"

  2. Che dire:che sei una donna straordinaria, che ti conosco fin da quando sei venuta al mondo e già da allora si vedeva la personcina che eri. Molto mite da piccola e man mano che crescevi già da allora io vedevo che eri una persona che aveva voglia di scoprire, di vivere altre realtà come poi è avvenuto. Ti sei prodigato nello studio a che davvero eri l’orgoglio della tua famiglia e anche di me. Ti ho sempre ammirata per i tuoi traguardi e non solo. Lorella ti voglio bene e mettere a nudo la tua vita di sicuro causa di quel cancro capitatoti di capo a collo improvvisamente fa davvero capire sia a chi ti conosce di persona e sicuro adesso tramite il tuo blob di che pasta sei fatta. Grazie Lella per le emozioni che mi dai quando leggo ciò che scrivi. Posso dire che sei davvero una persona non solo di grande spessore per molte cose oltre che una moglie e madre straordinaria. Forza Lorella, sempre così una grande guerriera. Tutto si risolverà al meglio e allora davvero scriverarai su carta la tua battattaglia vinta alla grande seppur con sacrificio e sofferenza in grassetto indelebile. Ti voglio bene. zia tonina🤗

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: